DISFAGIA NEL PAZIENTE ANZIANO

50,00

La compromissione della capacità di deglutire può determinare conseguenze devastanti sulla salute dei pazienti: polmoniti, soffocamenti, disidratazione e malnutrizione sono le gravi e più evidenti conseguenze della disfagia.
La disfagia è un sintomo ad elevata prevalenza, paragonabile a quella del Diabete Mellito nella popolazione generale. Può derivare da numerose patologie: neurovascolari (ictus emorragici, ischemici, traumi cranici, etc.), neurodegenerative (Sclerosi Multipla, Sla, Parkinson e Parkinsonismi, Demenze, etc.), tumori del distretto testa – collo; la presbifagia è invece da considerarsi una condizione parafisiologica derivante dall’invecchiamento dei sistemi coinvolti nella deglutizione (muscolare, neurosensoriale, etc.), che comporta alterazioni che nella popolazione anziana vengono normalmente ben tollerate grazie allo sviluppo di compensi e adattamenti spontanei; tuttavia, la presenza di comorbidità,
può determinare una rottura di questo equilibrio e portare allo sviluppo di un quadro di disfagia franca.”
L’esigenza di fornire indicazioni pratiche scaturisce dalla rilevazione di alcuni punti di criticità riguardo
la tipologia del paziente disfagico e le procedure che egli deve seguire nonché la gestione dell’emergenza
in caso di soffocamento.
Il corso pratico sulla gestione del paziente disfagico in un contesto ospedaliero ha, quindi, lo scopo di
fornire agli infermieri coinvolti gli strumenti pratici per una gestione procedurale univoca, migliorare la
presa in carico dei pazienti disfagici ed ottimizzare le procedure operative che li riguardano.

Categoria: Tag: ,

Descrizione

Corso attivo dal 15/06/2021 al 15/06/2022

Crediti: 5

Professioni: Infermiere

FAD con materiali cartacei (o pdf).

Obiettivi del corso:
DOCUMENTAZIONE CLINICA. PERCORSI CLINICO-ASSISTENZIALI DIAGNOSTICI E RIABILITATIVI, PROFILI
DI ASSISTENZA – PROFILI DI CURA (acquisizione conoscenze di processo)

Contenuti:
Cenni di anatomo-fisiologia della deglutizione
La deglutizione normale e patologica
Disfagia: incidenza e prevalenza nel paziente anziano, principali
complicanze

Nutrizione artificiale: sondino naso-gastrico (SNG) e PEG
Valutazione clinica, tempi e posizionamento
Gestione della PEG

Prospettive infermieristiche nella nutrizione al paziente anziano
disfagico
Principali scale di valutazione nutrizionale
Igiene del cavo orale e clearance delle vie aree

Corretta gestione infermieristica del SNG e PEG (prevenzione delle
principali complicanze)
Bedside evaluation della disfagia e principali strumenti di
rilevazione (swallow test; FEES)
Segni e sintomi della disfagia
Osservazione al pasto; panoramica sulla consistenza degli alimenti
Gestione della disfagia

Informazioni aggiuntive

Crediti ECM

5

Professioni

Infermiere